MIT 2010 - Movimenti in tempo - Solo(s) around Europe

MIT 2010 - Movimenti in tempo - Solo(s) around Europe

Festival internazionale di danza contemporanea e arti sceniche

V Edizione
Solo(s) around Europe

Un progetto di
Caranas 108
Direzione artistica
Rita Spadola
Direzione organizzativa
Maria Rosaria Grisorio, Cilla Morittu
Segreteria organizzativa
Teresa Satta
Direzione tecnica
Cinzia Nieddu, Gianni Schirru
Ufficio stampa
Paola Cireddu
Progetto grafico
Roberta Sanna

Progetto web
Marcello Verona
 
Posto unico: 10 €
Abbonamento all'intera rassegna: 30 €
Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 070 300540
Cell. 349 2430574

sponsor
venerdì 17 Settembre ore 21.00
Teatro La Vetreria, Via Italia 67, Cagliari

STRATA | Maria Donata D'Urso

ANTEPRIMA INTERNAZIONALE
STRATA

Concezione ed interpretazione: Maria Donata D’Urso
Assistente: Lorena Dozio
Musica: Michel Guillet
Luci: Maryse Gautier
Dispositivo scenico: Jérôme Dupraz, Maryline Gillois, Wolf Ka, Maria Donata D’Urso,
Tessuti morfogenetici: Veronika Gross
Video generativo: Wolf Ka
Tecnico luci: Bruno Marsol


Il principio scenografico di Strata, basato sul comportamento elastico della sua struttura, prende ispirazione dalle « sculture del vuoto» create dall'artista americano della fine degli Anni Cinquanta, Kenneth Snelson, in pieno fermento innovativo tra minimalismo e arte concettuale.
L'utilizzazione di tessuti di morfogenesi, con una memoria di forma, lasciano una traccia impressa dal movimento; la membrana-tessuto trasformata dal contatto, costruisce un primo strato della composizione dell'immagine sulla scena.
L'installazione scenografica è anche strumento musicale, fonte del suono e base di diffusione della luce. La messa in atto di un sistema di captazione dei suoni prodotti dai movimenti, è il filo conduttore della ricerca sonora: tutti i movimenti e i contatti con la struttura diventano udibili e suggeriscono diversi livelli, strati, di percezione sonora.
Allo stesso modo alcuni elementi della struttura saranno sorgente di luce. La riflessione della luce, il comparire di ombre, i tessuti che si deformano e colgono proiezioni, costituiscono strati di visibilità. Strata prende così forma dalle sovrapposizioni visive, uditive e tattili che confondono i limiti tra spazio interno ed esterno e mescolano le percezioni interne alle impressioni del mondo esterno.

Caranas 108
Via Solmi 37 - 09129 Cagliari
info@caranas.com